Home - Diario - Volkswagen Golf: la storia di un'Icona

Volkswagen Golf: la storia di un'Icona

dal 1974 al 2016 è l'Auto degli Europei

Volkswagen Golf: da oltre 40 anni è il sogno realizzabile di milioni di persone

Volkswagen Golf 40 anni di evoluzione

Tutti sanno cosa vuol dire il nome "Golf" e ciò che, sia per gli addetti del settore automotive che tra la gente comune, questo nome rappresenta.

La Volkswagen Golf è l'auto di medie dimensioni (anche se nel corso del tempo e nell'evoluzione dei modelli susseguitesi le dimensioni sono cresciute) commercializzata da Volkswagen già dal primo semestre del 1974.
Nel '74 era chiamata a risollevare le sorti di tutta la Volkswagen che attraversava un periodo di crisi profonda e lo faceva anche dovendo rimpiazzare il mitico Maggiolino, già simbolo di un'epoca oltre che della Casa di Wolfsburg.

La Volkswagen Golf con Giugiaro Giugiaro durante la progettazione della Golf Volkswagen Golf nei disegni dell'epoca

 

Il management tedesco incarica il proprio importatore italiano, Gerhard Guempert, di indicare un designer tra i più validi a cui affidare il nuovo progetto per una vettura di classe C. Con l'aiuto di alcuni giornalisti, Gumpert individua al Salone dell'Auto di Torino sei vetture che ritiene particolarmente interessanti. Quattro di queste portano la firma di Giorgetto Giugiaro. E la Volkswagen decide di affidargli il progetto della Golf.

link al sito ufficiale del progetto Italdesign di Giugiaro

 

Il successo della Golf firmata Giugiaro è eclatante: dal 1974 al 1983 mette su strada oltre 6 milioni di esemplari e la versione GTI diventa un cult soprattutto tra i giovani europei.

link al museo ufficiale Volkswagen che ospita una collezione di splendide Golf

http://automuseum.volkswagen.de/die-autos/die-neue-aera-generation-golf.html

 

Da subito quindi la Golf ha raccolto più che degnamente l'eredità del Maggiolino e infatti dal 1981 e per 13 anni di fila è stata l'auto più venduta d'Europa , anni durante i quali è stata la prima Volkswagen a vedersi assegnare il riconoscimento di "Auto dell'anno". Era il 1992!. Negli anni successivi e fino ad oggi è rimasta sempre al vertice delle top ten di vendite sbaragliando "avversarie" sempre diverse con rarissimi casi di in cui hadovuto cedere lo scettro della prima posizione.
Nel 2015 la Golf è al solito arrivata prima dovendo battere la sorella minore Volkswagen Polo (per la cronaca anche la Passat è nelle prime 10 posizioni)

Con queste premesse si può comprendere l'attesa che c'è sulle novità in uscita della Golf: già si parla della Golf serie 8 che dovrebbe essere presentata nel 2017

Volkswagen Golf anni di evoluzione

Golf I (dal 1974 al 1983... e oltre)

La Golf Prima serie fu prodotta dal 1974 al 1983 su disegno di Giorgetto Giugiaro. Dal 1983 la produzione della "Golf" prima serie ha continuato ad essere attiva solo in Sud Africa fino al 2009 con il nome di Volkswagen Citi Golf. Anche la Golf Cabrio vanta una longevità maggiore non sostituita dalla seconda serie, che la mantenne in produzione fino al 1993.

 

Golf II (dal 1983 al '91)

La Volkswagen Golf seconda serie, disegnata da Herbert Schäfer, venne immessa sul mercato a partire dall'agosto del 1983. La grande novità introdotta dalla seconda serie e in particolare del modello denominato Syncro, fu la versione a quattro ruote motrici. Altra novità era che a richiesta veniva fornito il climatizzatore. 

 

Golf III (dal 1991 al 1997)

Il 1991 vide il debutto europeo della terza serie della Golf, accolto con un immediato successo di pubblico e di critica, al punto da riuscire a guadagnare l'ambito premio di Auto dell'anno nel 1992.

L'estetica venne nuovamente aggiornata ai canoni dell'epoca, con una modifica evidente nel frontale, molto più arrotondato e fornito non più di fari tondi, ma di una coppia di fari racchiusi in un guscio oblungo.
All'incirca nel 1993 ci fu la riedizione della Cabriolet e anche la produzione della versione station wagon, denominata, come da tradizione, Variant. 
Durante gli anni novanta la Volkswagen sponsorizzò anche tournée internazionali di artisti di primaria importanza e per ampliare l'impatto pubblicitario mise sul mercato dei modelli speciali della Golf dedicati all'avvenimento: la Golf Pink Floyd Edition (1994), la Golf Rolling Stones Edition (1995) e la Golf Bon Jovi Edition (1996).
Nel 1992 fu lanciata la versione speciale Golf Europe in occasione della firma del Trattato di Maastricht.
Nel 1996, in occasione dei 20 anni della GTI, fu lanciata la Golf GTI 20 years Edition, con un motore da 2000 cm³ a 16 valvole da 150 CV, dotata di airbag e ABS. Al top di gamma, tra il 1992 e il 1996, c'era la Golf VR6, dotata del motore VR6 da 2800 cm³ e 174 CV, che era in produzione anche in versione Syncro con 2900 cm³, 4WD e 190 CV.[3]

 

Quarta serie (1997-2004)

La fine del 1997 segna l'inizio della commercializzazione della nuova Golf, giunta alla quarta generazione. Si tratta di un modello completamente nuovo tecnologicamente ma non lo si può definire innovativo sotto il profilo estetico; vengono ripresi infatti in buona parte i tratti della fortunata serie precedente, infatti i gruppi ottici anteriori e posteriori sono molto simili, sia nella versione base che nella Variant.

 

Golf quinta serie (2003-2008)

La quinta serie della Golf è stata presentata nel 2003 e condivide (quasi) tutti i suoi motori con la cugina Audi A3. La versione Variant esordisce solo nel maggio del 2007.

 

Golf sesta serie (2008-2012)

La sesta serie di Volkswagen Golf, è commercializzata come nuovo modello ma, di fatto, è un restyling della quinta serie, affidato a Walter De Silva, il quale si avvale della collaborazione del compatriota Flavio Manzoni. La "Golf VI" è stata presentata al salone dell'auto di Parigi il 4 ottobre del 2008, per entrare in produzione a partire dal dicembre dello stesso anno.

 

Golf settima serie (dal 2012 ad oggi)

La settima serie di Volkswagen Golf viene presentata al pubblico il 4 settembre 2012 e commercializzata a partire dalla fine del 2012. Il design dell'autovettura viene affidato a Walter De Silva e riprende quello della più piccola Polo e prosegue il percorso stilistico voluto da De Silva e Flavio Manzoni.

Golf VIII (dal 2019... forse)

Ancora non ci sono dati ufficiali ma intanto, a quanto pare, al Salone si Parigi 2016 (1 al 16 ottobre) verrà presentato in anteprima il facelift di metà carriera del gioiellino Volkswagen. Dal sito olandese autoblog.nl (link) arrivano alcune indiscrezioni fotografiche molto plausibili. Restiamo in attesa di novità



pubblicato il 20-08-2016